Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

Agronomi e forestali in prima linea

su energie rinnovabili in agricoltura

 

fotovoltaicoConvegno organizzato dall’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Brescia. Il presidente Conaf, Andrea Sisti: «Urgenza di realizzare sistema incentivi energetici con quelli previsti dalla PAC».

 

«C’è l’urgenza di riorganizzare il sistema degli incentivi energetici con quelli previsti dalla Politica agricola comunitaria (PAC). Ci attendono sfide importanti nei prossimi anni, poiché le previsioni per il 2050 ipotizzano il raddoppio delle necessità alimentari della popolazione mondiale. In questo contesto la tutela della produttività dei suoli sarà strategica e le scelte energetiche non devono destrutturare il comparto agricolo che dovrà essere pronto a nuove sfide produttive, ambientali e paesaggistiche». Lo ha sottolineato Andrea Sisti, presidente del Consiglio dell’ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali (Conaf), in occasione del convegno dal titolo “Energie rinnovabili e agricoltura: opportunità di reddito e tutela del paesaggio”, organizzato dall’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Brescia nell’elegante cornice di Villa Mazzotti a Chiari (BS). Incontro che ha visto anche l’intervento del Sottosegretario al Ministero delle attività produttive, Stefano Saglia.

Nella mattinata, dopo la presentazione da parte del presidente dell’Ordine di Brescia, Gianpietro Bara, si è entrati nel merito delle esperienze italiane ed estere nell’applicazione delle energie rinnovabili in agricoltura.

Fra gli interventi i tecnici dell’Enea, che hanno presentato dati e proposte sul sistema fotovoltaico e sugli impianti di biogas. Piet Sonneveld dell’Università di Wageningen (Olanda) ha illustrato i progetti di ricerca per l’applicazione delle tecniche fotovoltaiche alle serre di produzione. Cinzia Robbiati, in rappresentanza del Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Brescia, Cremona e Mantova, è intervenuta sul tema del rapporto dell’inserimento delle nuove tecnologie in coerenza con gli elementi costitutivi del paesaggio agrario. I dottori agronomi e dottori forestali della provincia di Brescia, hanno confermato la disponibilità ed il proprio impegno professionale per un percorso di collaborazione al fine di accrescere la sensibilità per progettare gli inserimenti nel paesaggio.

Nella sessione pomeridiana il Sottosegretario Saglia ha disegnato le strategie energetiche del Governo, a partire dall’esito del recente referendum che ha definitivamente bocciato la scelta del nucleare. Nella logica di differenziare le fonti energetiche, in sintonia con i progetti europei, non possiamo esimerci di approfondire tutte le possibilità, come ha ricordato Saglia, a partire dall’ipotesi di miscelare i carburanti petroliferi con un 10 per cento di prodotti bio.

 


       

florpagine banner rullo 202107

banner campagna abbonamenti 202012

coronavirus speciale notizie Il Floricultore Agrital Editrice min

IlFloricultore20210506 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

Prossimi Appuntamenti

 9 - 11

PORTE APERTE PSENNER E PLANTA

 Settembre CALDARO E BRESSANONE (BZ)

 19 - 23

EIMA INTERNATIONAL

 Ottobre    BOLOGNA

11 - 13

SIVAL

Gennaio 2022    FRANCIA

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

meteo aeronautica min

georgofili 2020 ok min

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT