PRIMO MAGGIO - Fioristi francesi dormono in negozio per scoraggiare i ladri di Mughetti

Oltralpe l’usanza di regalare mazzolini di Convallaria per la Festa dei lavoratori è molto sentita e alimenta un consistente giro d’affari, non sempre lecito

mer mughetto min

 

Il fiore della primavera francese è senza dubbio il mughetto: fino dal Rinascimento è considerato un portafortuna e dalla metà del secolo scorso è anche simbolo del Primo Maggio, Festa del lavoro.

L’usanza di acquistare mazzolini per questa ricorrenza è tutt’ora molto sentita: secondo dati elaborati da Kantar per FranceAgriMer e VALHOR, nel 2023 i mughetti sono costati 19,6 milioni di Euro alle famiglie francesi, che si sono recate principalmente presso i fioristi (42%) e la grande distribuzione (29%), con lo scopo di regalarli (86%) o di tenerli per sé (92%). La produzione avviene principalmente in una dozzina di aziende agricole della zona di Nantes, dove la raccolta è iniziata lo scorso 13 Aprile e durerà due settimane, richiedendo il contributo di ben 6.500-7.000 lavoratori stagionali.

mer mughetto infografica min

Non tutto avviene però “alla luce del sole”, tanto che – per scongiurare i furti subiti in passato – parecchi fioristi dormiranno in negozio o in magazzino ed eviteranno di esporre le preziose campanelle bianche in vetrina.

La “febbre da mughetto” ha anche un risvolto particolarissimo: la legge francese permette – ma solo il Primo Maggio – la vendita dei mazzolini di esemplari selvatici da parte di privati e di associazioni. Le regole ministeriali, che poi vengono precisate dai singoli Comuni, sono stringenti: impongono infatti che i fiori siano colti nel rispetto delle leggi per la protezione della flora, che si offrano esclusivamente steli recisi di Convallaria (vietato comporre bouquet con altre specie), in piccole quantità e non imballati, e che il venditore si collochi a una certa distanza dalle fiorerie, senza intralciare auto e pedoni e senza utilizzare sedie, tavoli ed espositori. Per la cronaca, questo tipo di vendita lo scorso anno ha pesato per il 4% del totale.

Francesca Trabella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


 

Il Floricultore testata newsletter prova01 min

Per ricevere le ultime notizie del settore direttamente nella tua casella di posta elettronica iscriviti alla Newsletter de «Il Floricultore»

 


 

 il floricultore campagna abbonamenti min

 


Francesca Trabella

Giornalista da vent'anni, nel mondo del verde dalla nascita. Ho iniziato come ghost-writer per mio padre, il compianto paesaggista Emilio, per poi intraprendere la mia strada, che mi ha portato dagli studi di lingue alle rubriche di giardinaggio pratico e di psicologia per i periodici femminili, fino alle prestigiose pagine de Il Floricultore, per il quale mi metto in gioco in particolare su trend, marketing e personaggi

 

 >> La redazione de Il Floricultore <<

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240506 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min