Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

A "Bioenergy" l'energia in cialda, come il caffè

 

araucariaagritaleditriceVerso Fieragricola (2-5 febbraio). Innovazione e nuove tecnologie al salone delle rinnovabili. Così le biomasse promuovono il territorio.

 

10 Gennaio 2012 - Energia in cialda, come il caffè. Solamente un po’ più grandi (60-70 mm e uno spessore di 10 mm) e con un altro scopo: produrre energia termica dal legno vergine essiccato e ricomposto, senza alcun uso di prodotti chimici.

È questa una delle novità che verrà presentata a "Fieragricola" 2012 (www.fieragricola.it), nel salone di "Bioenergy Expo", dedicato appunto alle energie da fonti rinnovabili in agricoltura.

Il costo? Ancora top secret, ma Angelo Scaravonati, presidente di Rinnova Green Energy, la società che realizzerà nei prossimi mesi un filiera specifica dal legno all’energia, con tanto di impianto di lavorazione nel Cremonese, assicura che: «Sarà inferiore rispetto al pellet, del quale può definirsi un “cugino”, seppure destinato alla filiera interna e non al mercato, in quanto verrà utilizzato solo negli impianti che progetterà e svilupperà la società.

Il legno delle cialde verrà prodotto a livello locale, seguendo rigorosamente la filiera corta. Al progetto parteciperà anche un partner industriale: Uniconfort, società italiana leader nella costruzione di impianti termici, che seguirà tutto l’aspetto legato alla progettazione e costruzione degli impianti stessi compreso l’assistenza ed il monitoraggio per garantire sempre la massima efficienza.

«I vantaggi saranno quantificabili sia sul piano ambientale, perché si sostituiscono le fonti energetiche fossili tradizionali che dal punto di vista economico: bolletta energetica più leggera e maggiore ricaduta di valore sul territorio», precisa Scaravonati.

Tra i vantaggi del "Progetto cialda", la facilità di stoccaggio del prodotto e la possibilità di convogliare l’energia termica prodotta anche all’interno di mini-reti di teleriscaldamento. Un aspetto che innesca forti potenzialità di impiego in zone come centri sportivi, comunità locali, condomini, sedi di pubbliche amministrazioni e, comunque, tutte quelle situazioni, anche industriali, che hanno un impianto di produzione di energia termica centralizzato.



       

coronavirus speciale notizie Il Floricultore Agrital Editrice min

banner campagna abbonamenti 202012

florpagine banner rullo 202102ok

IlFloricultore20210304 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

georgofili 2020 ok min

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT