Ognissanti, Pistoia: la stagione dei crisantemi tra Ottobre mite e rincari a raffica

Le temperature superiori alla media hanno lenito l’impatto degli aumenti record per energia, fertilizzanti e materiali. Coldiretti ricorda il provvedimento da 25 milioni di Euro che mitigherà gli effetti del caro energia per le colture protette

mer ognissanti morti crisantemi pescia min

 

«L’Ottobre mite ha limitato l’impatto dell’aumento dei costi produttivi, così le decine di produttori di crisantemi del polo floricolo pesciatino hanno tirato un sospiro di sollievo», afferma Coldiretti Pistoia in prossimità della giornata dedicata alla commemorazione dei defunti. «I prezzi di vendita a grossisti e dettaglianti, infatti, sono stabili, e se fosse stato necessario ricorrere agli impianti di riscaldamento per preservare la qualità dei crisantemi, i margini si sarebbero assottigliati se non azzerati».

«Stabile e praticamente tutta venduta», stima Coldiretti, «anche la quantità di crisantemi prodotti dalle decine di aziende pesciatine sotto le proprie serre».

Le temperature fuori norma, che pure destano preoccupazioni per altri evidenti motivi, sono dunque venute in soccorso delle aziende floricole, che in ogni caso si devono misurare con gli aumenti in atto da mesi. I rincari riguardano l’intera filiera, dai fertilizzanti agli imballaggi, dalla plastica dei vasetti alla carta delle confezioni, oltre naturalmente all’energia, come emerge dall’analisi a livello nazionale della Coldiretti su dati Crea.

mer ognissanti morti crisantemi pescia coldiretti maurizio procissi min«In dirittura d’arrivo», spiega Maurizio Procissi, segretario Coldiretti Pescia (nella foto a sinistra), «c’è il decreto che darà il via libera a 25 milioni di Euro a favore del settore florovivaistico colpito dall’aumento dei costi energetici». La norma ha già incassato il via libera alla Conferenza Stato regioni, ed è stata firmata dal Mipaaf, come abbiamo dato notizia lo scorso 19 Ottobre. Il provvedimento sta continuando l’iter che prevede controlli, pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e definizioni delle modalità operative e la tempistica per la presentazione delle domande.

A livello nazionale l’intervento dovrebbe interessare oltre 8 mila imprese florovivaistiche, per un totale di circa 8.814 ettari di superfici a serre o con strutture protette, che necessitano a seconda delle esigenze sia di raffrescamento sia di riscaldamento. Ne beneficeranno ovviamente anche tante aziende pistoiesi, in particolare quelle del polo floricolo di Pescia.

 


 

ADVERTISEMENT

 


 

Il Floricultore testata newsletter prova01 min

Per ricevere le ultime notizie del settore direttamente nella tua casella di posta elettronica iscriviti alla Newsletter de «Il Floricultore»

 


 

 il floricultore campagna abbonamenti min

 


 

       

florpagine banner rullo 202201

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore20220910 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT