giardini-sissi

 

Riaprono per Pasqua i Giardini di Sissi a Merano

 

Sarà il 29 marzo, il giorno di apertura dei Giardini di Castel Trauttmansdorff. La nuova stagione riserverà numerose sorprese ai visitatori. Tra gli appuntamenti più attesi, i 10 anni di apertura del Touriseum e l’inaugurazione della nuova serra con terrario

 

20 marzo 2013 -  Il 29 marzo segnerà il risveglio dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, anticipando la bella stagione e il week-end di Pasqua. In quel periodo il visitatore sarà accolto da un tripudio di profumi e da un caleidoscopio di colori: la natura che si desta per svelare tutta la sua bellezza.

Ben 180.000 bulbi da fine marzo fino a metà maggio si schiuderanno per ammaliare lo sguardo dei visitatori. Nei Giardini del sole migliaia di tulipani, multipli e sfrangiati, di varietà diverse, assieme ai narcisi, coloreranno i tappeti erbosi del Giardino, formando eleganti aiuole che, con i colori sgargianti degli iris, accompagneranno i visitatori lungo le strette stradine di porfido, in uno spettacolo cromatico di rara bellezza.

 

LA NUOVA SERRA CON TERRARIO

Collezioni di piante e un terrario con animali, la nuova serra sarà visitabile dalla tarda estate 2013. Per promuoverla verrà organizzata una visita guidata ad hoc. Il nuovo spazio è dedicato agli amanti della botanica per offrire loro numerosi spunti ed approfondimenti su svariati habitat naturalistici.

 

UNA PRIMAVERA 2013 RICCA DI EVENTI

Un variegato calendario di straordinari appuntamenti è previsto per la 12ª stagione dei Giardini di Sissi. Ad aprire le danze domenica 16 aprile spetterà alla “Giornata dei Cori”, dove sotto il motto “giovani voci - grandi talenti”, i canti dei bambini riecheggeranno in tutto il parco, dal Giardino Giapponese alla Macchia Mediterranea fino alle sequoie del Nord America, rendendo ancora più suggestivo questo angolo di paradiso.

Mercoledì 15 maggio giornata dedicata alla coloratissima Mecardonia 'Gold Dust', scelta dall’Associazione dei Floricoltori Altoatesini come pianta dell’anno. A lei sarà destinato un posto d’onore, una collocazione “speciale”, ben visibile e in posizione predominante, in grandi vasi o nei pressi del ponte d'ingresso o sulla terrazza di Sissi, e sostituirà la Alstromeria, già pianta dell’anno 2012. La Mecardonia 'Gold Dust', originaria del Brasile, è una pianta con dei fiori minuti di colore giallo e fiorisce tra maggio e settembre.

Sabato 18 maggio, il “Fascination of Plants Day” è il “Giorno Internazionale del Fascino delle Piante”. L’evento internazionale, organizzato dalla European Plant Science Organization, ha lo scopo di affascinare con le piante, di entusiasmare il pubblico e sensibilizzarlo sull'importanza delle scienze vegetali per l'agricoltura e la produzione sostenibile del cibo, ma anche per l’orticoltura, la silvicoltura e per tutti i prodotti non alimentari, che provengono dalle piante, come carta, legno, composti chimici, energia e farmaci.

 

giardini-sissi-castel-trauttmansdorf

 

LE FIORITURE

Un susseguirsi di fioriture renderà sempre diverso il paesaggio di mese in mese del giardino botanico: ad aprile si schiuderanno 300 varietà di rododendri e peonie, a fine maggio fioriranno le rose inglesi, mentre giugno sarà il mese della lavanda che impregnerà le viuzze e i sentieri del parco con la sua fragranza intensa e penetrante. L’estate avrà come protagonista la macchia gialla dei girasoli coltivati vicino all’uliveto e il fiore di loto che cresce nel Laghetto delle Ninfee; mentre lungo le stradine del giardino i visitatori rimarranno affascinati dalle incantevoli fioriture dell’oleandro e dell’acacia di Costantinopoli, o “albero del sonno” per la particolarità delle sue foglie che di sera si ripiegano su se stesse. A concludere la stagione il racconto dell’autunno ai Giardini, un’esperienza in tutti i sensi, con la raccolta di uva, mele, castagne e riso. Migliaia di visitatori ogni anno, catturati dallo spettacolare “fall foliage”, accorrono per fotografare la natura che in quel periodo offre incantevoli macchie di colore, che vanno dal giallo arancio al rosso.

 

GLI AMBIENTI BOTANICI

I Giardini di Castel Trauttmansdorff in 12 ettari di estensione, raccolgono oltre 80 ambienti botanici con piante provenienti da tutto il mondo raggruppate per aree tematiche: dai boschi di latifoglie sempreverdi originarie della Cina, Giappone e Florida, ai boschi di conifere con sequoie giganti del Nord America, la risaia, una bellissima piantagione di tè e la "Valle delle Felci" che custodisce antichi fossili. I "Giardini del Sole", che si collocano nella parte meridionale del parco, caratterizzati da piccoli sentieri, offrono incantevoli scorci sulle montagne circostanti, tra profumati cespugli nani e boschetti decidui. Il rapporto tra uomo e natura è molto forte ed è testimoniato da terrazze, scale e rivoli d’acqua che conducono al "Laghetto delle Ninfee", dove padroneggiano i fiori di loto e sulle sponde iris ed emerocallidi.

Nella grotta di 200 m scavata nella roccia, “Il Regno Sotterraneo delle Piante”, un percorso sotterraneo guiderà i visitatori nelle misteriose profondità della terra. L’attrazione, inaugurata nel 2011 per i 10 anni del giardino botanico, approfondisce le diverse tematiche che caratterizzano la vita sotterranea delle piante: l’acqua, la terra, le sostanze nutritive, l’apparato radicale e la luce.

Un ruscello scrosciante guida il visitatore verso le "Pareti d’Argilla Fiorite", dove fiori di ciliegio ornamentale e 300 diverse specie di rododendro assieme a migliaia di piante crescono in posizione semi-verticale.

 

LA STORIA DEL CASTELLO E DEI SUOI PERSONAGGI

Al centro dei Giardini si erge possente Castel Trauttmansdorff: la signorile residenza, conosciuta in quanto legata al nome della Principessa Sissi, l’Imperatrice Elisabetta d’Austria che qui trascorse lunghi periodi di vacanza. È in queste sontuose stanze che la prossima stagione verrà allestita una mostra permanente dedicata ai personaggi storici che nei secoli vi soggiornarono: dal romantico e trasognato conte Joseph Von Trauttmansdorff alla ricerca delle sue radici, all’Imperatrice Sissi che non ne poteva più di stare a casa a curare sua figlia Sofia, cagionevole di salute; dall’imperatore Francesco Giuseppe alla ricerca della sua imperatrice, al guerriero al servizio degli Asburgo, dal barone tedesco innamorato pazzo di Merano ai veterani di guerra impiegati come contadini. Una divertente saga di intrecci storie e passioni vissute tra le mura del castello.

 

PER SAPERNE DI+

I Giardini di Castel Trauttmansdorff

tel. 0473 235 730

www.trauttmansdorff.it

 

 


 

ARTICOLI CORRELATI

I Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240304 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min