giardinaggio foto Wawebreakmedia Shutterstock min

 

Volete diventare giardinieri professionisti?

Meno di 50 ore di corso ed è cosa fatta

 

È questa la sconcertante proposta che stanno discutendo le Regioni a Roma. Un provvedimento che rischia di penalizzare un’intera categoria e uno dei nostri beni più preziosi: il verde  

 

«Affidereste la costruzione di una casa ad un giardiniere? Sicuramente no. Eppure sembra che possiate affidare la cura e manutenzione del giardino privato e pubblico (e quindi di un patrimonio comune) a un muratore». 

Comincia così il comunicato diramato da Assofloro Lombardia, Coldiretti, Confagricoltura e Cia per denunciare il rischio che si profila all’orizzonte: potrebbero bastare 50 ore di corso (e solo l’80% di frequenza!), la maggiore età e nessuna esperienza per diventare a tutti gli effetti un giardiniere professionista. È questa in sintesi la proposta che le Regioni discuteranno nei prossimi giorni a Roma.

I maggiori rappresentanti della filiera non ci stanno e stanno alzando la voce. Sono quattro anni che associazioni e distretti, congiuntamente con le organizzazioni sindacali (Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Confartigianato), stanno lavorando per dotare il settore del florovivaismo di una idoneità professionale capace di dare forza al comparto, garantire professionalità e competenze adeguate e anche fare emergere il lavoro sommerso, vecchia piaga di questo come di altri settori.

A luglio 2016 il traguardo del riconoscimento giuridico sembrava finalmente raggiunto con l’approvazione del Collegato Agricolo, che all’articolo 12 regola l’attività di manutenzione del verde attraverso l’iscrizione obbligatoria al Registro dei produttori florovivaistici. Alle Regioni è demandato il compito di identificare i requisititi di idoneità. 

«È una giornata storica per il florovivaismo», avevano tuonato le associazioni di categoria. Forse cantando vittoria troppo presto. «Contrariamente alla tendenza che vede crescere forte una sensibilità dell’opinione pubblica e della politica nei confronti del verde, tanto da far nascere il termine di “rinascimento” del verde, le Regioni rispondono in modo inaspettato, contrapposto e totalmente insoddisfacente», commentano Assofloro Lombardia, Coldiretti, Confagricoltura e Cia. «Sapete quante ore svolge un ragazzo delle superiori per il progetto di alternanza scuola lavoro? Probabilmente più di quelle che le Regioni ritengono sufficienti per formare un professionista del verde, una figura in grado anche di diagnosticare e curare patologie fitosanitarie». 

 

giardiniere shutterstock welcomia min

 

Già perché occorre anche evidenziare che il ruolo sempre più complesso che vanno assumendo gli spazi verdi, specialmente all’interno dei contesti urbani, richiedono svariate competenze che spaziano dalle conoscenze botaniche all’ecologia e all’ingegneria naturalistica. Al giardiniere moderno non è più richiesto solo di riconoscere fiori e piante, bensì di saperne valutare i benefici e le innumerevoli implicazioni ambientali e sociali.

La norma in esame è ricca di contraddizioni. Difatti esenta dalla frequentazione del corso di formazione da 50 ore i possessori di titoli di scuola secondaria di secondo grado e chi può vantare anni di esperienza. «Tradotto: 50 ore di corso valgono quanto anni di esperienza sul campo e di studio, giardinieri entrambi, certo non è questa la risposta che si aspettava il comparto». 

E ora che fare? I firmatari della denuncia, consapevoli del fatto che solo i rappresentanti regionali ai tavoli nazionali preposti possono farsi carico delle istanze presentate, sperano di trovare un sostegno nell’assessorato all’agricoltura di Regione Lombardia: per ottenere dal legislatore una nota di chiarimento oppure per chiedere una modifica dell’articolo 12. 

«Nel frattempo», spiegano, «abbiamo proposto di congelare il processo fino a chiarimenti; questo atteggiamento comporta il rischio di essere considerati fuorilegge, ma è un rischio che ci sentiamo di accollarci pur di ottenere una idoneità professionale per il settore di cui andare orgogliosi». 

 


 

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240506 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min