Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

Schoneveld Breeding e Beekenkamp Plants: al via una nuova partnership

ap Schoneveld Breeding Beekenkamp partnership breeding min

UNITI MA A DEBITA DISTANZA | Da sinistra a destra, Danielle e Peter van de Pol, rispettivamente responsabile Office & Hospitality nella sede high-tech PlantXperience e titolare di Schoneveld Breeding, e An Beekenkamp e Marc Driessen, la prima proprietaria e il secondo direttore di Beekenkamp Plants.

 

Crescere, ampliarsi e accorciare la filiera, sono questi gli obiettivi della collaborazione spiegati dalle due aziende

 

Beekenkamp Plants, con sede a Maasdijk in Olanda, ha acquistato una quota minoritaria di Schoneveld Breeding, trasferitasi lo scorso anno nella nuova sede a Wilp, sempre in Olanda. Entrambe le aziende – come chiarito in un comunicato congiunto – continueranno ad operare indipendentemente nell’ibridazione, nella produzione e nelle vendite, ma si avvarranno delle opportunità congiunte favorite dallo scambio di know-how allo scopo di accrescere l’efficacia della ricerca e lo sviluppo.

 

LA FORZA DELLA CROSS-FERTILIZATION

«Questa collaborazione crea uno scambio di conoscenze e l’unione delle forze è un grande valore aggiunto per l’intera catena», ha spiegato Peter van de Pol, proprietario di Schoneveld Breeding. «Con questo investimento otteniamo l’accesso alle conoscenze l’uno dell’altro e questo offre grandi prospettive», gli ha fatto eco An Beekenkamp, proprietaria di Beekenkamp Plants.

Schoneveld Breeding e Beekenkamp Plants presentano tratti in comune. Sono due imprese familiari e condividono un modello di business orientato all’innovazione e all’affidabilità dei prodotti e dei processi aziendali. La prima ibrida e vende semi in tutto il mondo e rimane un fornitore indipendente per tutti i produttori di giovani piante. La seconda è ibridatore di specie da talea e produce anche giovani piante sia da seme che da talea.

Per i clienti non cambierà nulla sia per quel che riguarda l’accesso alla genetica sia per il supporto tecnico e alle vendite. Anche gli accordi stipulati rimangono invariati, così come sono confermate le figure di contatto.

«Questo step crea un bellissimo ibrido», ha concluso Marc Driessen, direttore di Beekenkamp Plants Ornamentals.

 


 

coronavirus speciale notizie Il Floricultore Agrital Editrice min 

 


promo abbo 202003 ok

       

coronavirus speciale notizie Il Floricultore Agrital Editrice min

banner campagna abbonamenti 202012

florpagine banner rullo 202101

IlFloricultore202012 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

georgofili 2020 ok min