Sole, le precauzioni per gli operatori florovivaistici

Indispensabile per la salute delle ossa, fa bene al sonno e all’umore. Ecco come prendere solo il buono del sole, senza rischi per la pelle

gc operatore vivaio foto copyright Agrital Editrice EiN DSCF0899

 

Non tutti abbiamo la stessa pelle ed è importante sapere a quale fototipo apparteniamo (vedi tabella sotto riportata): più basso è il fototipo e maggiore sarà il rischio di malattie della pelle a seguito di un’esposizione ai raggi solari lunga e non protetta. A doversi tutelare però non sono solo i soggetti con fototipo basso: anche chi assume farmaci fotosensibilizzanti come alcuni antibiotici, antinfiammatori, diuretici farebbe meglio ad attuare alcune strategie di protezione. Già, ma quali? Ecco le indicazioni del portaleagentifisici.it, realizzato dal Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Usl Toscana Sud Est con la collaborazione dell’Inail e dell’Azienda Usl di Modena.

 

gc prevenzione danni sole orologio minPer quanto possibile, organizzare il lavoro all’aperto in maniera tale che – durante le ore della giornata in cui gli UV sono più intensi (dalle 11 alle 15 ora solare e dalle 12 alle 16 ora legale, anche quando è nuvolo!) – si privilegino i compiti che si svolgono all’ombra.

 

gc prevenzione danni sole serra minN.B. Chi lavora in serra è al sicuro: il vetro blocca quasi totalmente la trasmissione della radiazione ultravioletta!

 

 

gc prevenzione danni sole cappello minIndossare un cappello a tesa larga e circolare (di almeno 8 cm) che fornisca una buona protezione non solo al capo ma anche a orecchie, naso e collo. Evitare quelli da baseball con visiera, che lasciano scoperte orecchie e collo.

 

 

gc prevenzione danni sole giardiniere min

 

 

gc prevenzione danni sole maglietta bagnata minNon stare a torso nudo ma indossare abiti leggeri e larghi, di colori chiari (più sono scuri e meno proteggono), preferibilmente in tessuti “anti-UV” o comunque a trama fitta, in cotone+poliestere (il solo cotone lascia passare fino al 30% della radiazione ultravioletta).

Non bagnare gli indumenti: si riduce la loro capacità di schermare i raggi.

 

 

gc prevenzione danni sole creme solari minUtilizzare creme solari con fattore di protezione (SPF) inversamente proporzionale al proprio fototipo: tanto più la pelle è chiara e quindi sensibile ai raggi solari, tanto maggiore deve essere l’SPF (Solar Protector Factor). Due avvertimenti su questi prodotti:

1) essi integrano ma non sostituiscono i metodi fisici di protezione dalle radiazioni UV (indumenti, cappello, occhiali, ombra);

2) andrebbero scelti in accordo con il medico o il farmacista, indicando precisamente le sostanze (antiparassitari, fertilizzanti ecc.) e le essenze (bergamotto, ombrellifere ecc.) con cui si prevede di entrare in contatto, al fine di evitare effetti fotoallergici e fototossici.

gc danni sole creme solari e fototipi Fonte Fondazione Veronesi min

[Fonte box: Fondazione Veronesi]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


 

  ARTICOLI CORRELATI

 

gc danni sole Foto CandyBox Images Shutterstock.com min 1Sole, guardiamoci le spalle!

Da un volantino raccolto in un garden center inglese è scaturita l’idea di proporre anche in Italia un vademecum per mettere in guardia chi trascorre molto tempo all’aperto dai rischi di una sovresposizione ai raggi UV. L’auspicio è che l’iniziativa sia raccolta e sviluppata dagli operatori e diffusa anche presso i propri clienti e collaboratori

 

 

 

 


 

fn tumori pelle sole distributori creme solari olanda minSole, prevenzione dei tumori della pelle: in Olanda passa anche dai distributori gratuiti di crema

Alzi la mano chi in Italia applica la protezione per lavorare all'aperto, in campo o in vivaio. Nessuno? Molto male. Ma a cambiare si fa sempre in tempo

 

 

 

 


 

Il Floricultore testata newsletter prova01 min

Per ricevere le ultime notizie del settore direttamente nella tua casella di posta elettronica iscriviti alla Newsletter de «Il Floricultore»

 


 

 il floricultore campagna abbonamenti min

 


Francesca Trabella

Giornalista da vent'anni, nel mondo del verde dalla nascita. Ho iniziato come ghost-writer per mio padre, il compianto paesaggista Emilio, per poi intraprendere la mia strada, che mi ha portato dagli studi di lingue alle rubriche di giardinaggio pratico e di psicologia per i periodici femminili, fino alle prestigiose pagine de Il Floricultore, per il quale mi metto in gioco in particolare su trend, marketing e personaggi

 

 >> La redazione de Il Floricultore <<

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT

       

florpagine banner rullo 202201

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20231112 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

georgofili 2020 ok min

ADVERTISEMENT