Macchine agricole: vendite su in Usa e Europa, calano in India, Cina e Turchia

eima macchine agricole foto copyright Agrital Editrice min

I dati diffusi da FederUnacoma durante "Fieragricola" rivelano una crescita del 2,5% dell’export italiano nel 2019. Previsioni in negativo per i primi mesi del nuovo anno

 

A fine gennaio, durante Fieragricola svoltasi a Verona, FederUnacoma ha presentato i dati 2019 riguardanti il mercato mondiale delle trattrici. Andamento positivo per gli Stati Uniti, che hanno registrato una crescita del 3,6% nelle vendite a fronte di 245 mila unità, e l’Europa comunitaria, che ha chiuso l’anno con un incremento dell’8%, pari 178 a mila macchine immatricolate, pur con performance differenti da Paese a Paese. «La Francia chiude con un attivo consistente, +16% in ragione di 34.600 macchine immatricolate», ha precisato il Presidente di FederUnacoma Alessandro Malavolti. «Anche la Germania segna una crescita significativa, +4,7% per 29.000 unità, così come il Regno Unito (nel 2019 ancora nell’UE - NdR) che registra un attivo del 5,4% e la Spagna segna un attivo del 6,8%».

Tra i Paesi che esibiscono un trend positivo si segnala anche la Russia, mentre i mercati di India, Cina e Turchia chiudono in negativo. Il calo dell’India è del 10% rispetto all’anno precedente, peggio ha fatto il mercato cinese che si stima abbia registrato un -20%, determinato dal rallentamento complessivo dell’economia e dalle difficoltà specifiche del settore agricolo. Prosegue la fase negativa in Turchia, che nei primi nove mesi del 2019 segna un calo del 54%.

 

eima Conferenza stampa FederUnacoma EIMA 29 gennaio 2020 min

Un momento della conferenza stampa a cura di Simona Rapastella e Alessandro Malavolti

rispettivamente direttore generale e presidente di Federunacoma

 

E l’Italia? «Il positivo andamento nel 2019 dei mercati di Stati Uniti, Francia e Germania, che sono i tre principali sbocchi per le macchine agricole made in Italy», ha chiarito Malavolti, «si riflette positivamente sulle nostre esportazioni, che nei primi dieci mesi del 2019 risultavano complessivamente in crescita del 2,5% rispetto allo stesso periodo 2018». A trainare l’export sono state le altre macchine agricole, in crescita del 3,7%, mentre le trattrici segnano un calo di poco inferiore all’1%. Il fatturato complessivo delle esportazioni di macchinario italiano da gennaio a ottobre 2019 ammonta a quasi 4 miliardi di Euro.

Per quel che riguarda i consumi interni si registra un quadro disomogeneo: +0,7% le trattrici, -4,9% le mietitrebbiatrici, -12,9% le trattrici con pianale di carico, -2,9% i rimorchi, +23,6% i sollevatori telescopici. Forti le variazioni nelle performance di regione in regione.

L’osservatorio previsionale di Agrievolution e il Business Barometer del comitato dei costruttori europei CEMA indicano un calo del mercato a livello generale nel 2020, almeno nei primi mesi dell’anno. Oltre all’Estremo Oriente e all’Europa sono previsti in contrazione anche il Nord America e l’Europa dell’Est. La flessione dovrebbe riguardare non solo le trattrici, ma anche le altre tipologie di macchine e le attrezzature. A gettare incertezza concorre l’epidemia in corso in Cina, le cui conseguenze sull’economia e sugli scambi commerciali sono ancora tutte da valutare.

 


       

florpagine banner rullo 202201

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20230102 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT