albero morto secco siccita 

Troppo caldo e siccità:

rischi di embolia per gli alberi

 

Nelle radici si formano bolle d'aria che bloccano l'afflusso di acqua, a sostenerlo sono i ricercatori dell'Università dello Utah (USA). Nel 2015 morti in California 12 milioni di alberi

 

Il riscaldamento globale sta favorendo periodi di siccità sempre più frequenti e intensi in vaste aree del pianeta. E per gli alberi aumenta il rischio di un “attacco di cuore”.

La spiegazione è di tipo idraulico. Gli alberi assorbono l'acqua attraverso le radici e la spingono verso l'alto per idratare le foglie e sostenere la fotosintesi. In condizioni normali la pianta si idrata facilmente. Ma quando le temperature aumentano, l'evaporazione dalle foglie sollecita una maggiore domanda di liquidi.

I ricercatori dell’Università dello Utah, con sede a Salt Lake City, hanno però spiegato che in condizioni di prolungata siccità le radici sono costrette a “tirare” di più per prelevare la poca acqua dal suolo. In questo modo sale il rischio che all'interno dell'albero si formino bolle d'aria capaci di bloccare il normale flusso. In pratica una vera e propria embolia.

«Per l'albero è qualcosa di simile a un attacco di cuore», hanno spiegato gli studiosi, secondo i quali alcuni recenti episodi, come i 12 milioni di alberi morti in California l'anno scorso, «sono i primi segnali visibili del fatto che il cambiamento climatico sta colpendo il nostro patrimonio verde».

       

florpagine banner rullo 202201

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240102 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

georgofili 2020 ok min