Ricerca: Trentino “capitale”

della genomica vegetale

 

Il Trentino diventa per quattro giorni capitale della genetica, della biologia e della genomica vegetale. Domenica 30 settembre, avrà inizio presso il PalaRotari a Mezzacorona (TN) il congresso biennale "Rosaceae Genomics Conference", un evento scientifico di portata internazionale che si svolgerà per la prima volta in Italia. L’inaugurazione ufficiale dell’evento è prevista per lunedì mattina

 

iasma20120928

 21 Settembre 2012 - La comunità scientifica impegnata nello studio della genetica, biologia e genomica delle Rosaceae, la famiglia botanica del melo (ma anche di altri alberi da frutto come pero, pesco, albicocco, susino o piante annuali come fragola, lampone, nonché la pianta da fiore per eccellenza, la rosa) ha scelto San Michele all'Adige e la piana Rotaliana per incontrarsi nel congresso biennale intitolato "Rosaceae Genomics Conference", giunto alla sua sesta edizione. «Nella scelta di San MIchele quale luogo di incontro di questa comunità scientifica», commenta Roberto Viola, direttore del Centro Ricerca e Innovazione della Fondazione Edmund Mach «ha avuto un peso determinante il ruolo che la Fondazione ha giocato a livello internazionale nella genomica delle piante da frutto. Si ricorda, a tal proposito, il sequenziamento del genoma del melo, ma anche della vite, della fragola e, come sarà annunciato nella conferenza, del pero e del lampone, dove di nuovo la FEM ha avuto un ruolo di assoluta leadership».

Le precedenti edizioni, dagli Stati Uniti al Cile, dalla Nuova Zelanda al Sud Africa, hanno visto un crescente numero di partecipanti da tutto il mondo, con Africa, Oceania e Asia ben rappresentate, per cui ci si attendono oltre 200 partecipanti nell’arco delle giornate del congresso. «L'evento, di alto profilo scientifico, ha comunque diretti risvolti pratici», afferma Riccardo Velasco, responsabile del Dipartimento di genomica e biologia delle piante da frutto della Fondazione Mach e organizzatore dell'evento. «Da questa comunità scientifica sono scaturiti progetti nazionali, come il progetto AGER melo finanziato dal Consorzio delle fondazioni delle casse di risparmio tra cui la nostra Fondazione Caritro, e internazionali, quali RosBreed tra Usa ed Europa e Fruitbreedomics, il più grande progetto europeo che ha tra i suoi obiettivi quello di contribuire sostanzialmente al rinnovo varietale della mela, con varietà che in futuro avranno maggiori capacità di autodifesa dai patogeni pur con qualità organolettiche e nutritive di elevato spessore. Da questa comunità scientifica ci si attendono, quindi, grandi novità, sia in termini di conoscenza che di applicazioni pratiche, quali i marcatori molecolari e la cisgenesi, gli strumenti innovativi della frutticoltura del futuro».                               (J.T.)

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240304 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

Prossimi Appuntamenti

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

georgofili 2020 ok min