Presentato il disegno di legge sul florovivaismo

Ministro Lollobrigida: obiettivo è intervenire in modo immediato su comparto. Sottosegretario La Pietra: il settore non dovrà più essere la "Cenerentola" ma diventerà la regina della nostra agricoltura

fn ddl florovivaismo lollobrigida la pietra min

Da sinistra il ministro Francesco Lollobrigida e il sottosegretario al Masaf sen. Patrizio La Pietra

 

È stato presentato presso il Ministero dell'Agricoltura lo schema del disegno di legge recante delega al Governo in materia di florovivaismo. L'obiettivo è quello di intervenire in tempi brevi con una legge quadro nazionale nella quale saranno previsti degli strumenti per il coordinamento del settore come ad esempio una rilevazione statistica sull'andamento del comparto o un Piano quinquennale. Particolare attenzione al vivaismo forestale e ortofrutticolo, la promozione del Made in Italy e l'informazione verso chi compra e ancora il rapporto diretto con chi vive il settore in prima linea.

«Il caso Dell'Emilia Romagna», ha commentato il Ministro Lollobrigida, «in queste ore ci mette di fronte a fenomeni che sono conseguenze di un cambio climatico e ci pone nella condizione di attenzionare un modello di agricoltura che sia compatibile anche con l'evoluzione che il clima ci presenta. Il ragionamento è quello di trovare strumenti dinamici che ci possano permettere nel corso del tempo di mettere in piedi delle strategie che tengano conto delle contingenze ma che abbiano anche gli elementi per espandere un comparto. Si tenga conto anche di fattori che spesso vengono considerati disallineati rispetto all'evento produttivo ma che invece lo condizionano anche nella sua distribuzione. Criticità affrontate nel ddl Florovivaismo circa la logistica o la distribuzione. Su questo settore da parte del nostro Governo c'è un investimento, un quadro strategico e di prospettive. Lavoreremo a contatto costante con le organizzazioni rappresentative cercando di capire e di contemplare il livello distributivo, logistico, di produzione e di promozione».

«Il florovivaismo deve tornare ad essere centrale nell'agricoltura italiana», ha sottolineato il sen. Patrizio La Pietra, sottosegretario al Masaf. «Con il disegno di legge in materia di florovivaismo vogliamo che il settore finalmente smetta i panni della Cenerentola e diventi la regina della nostra agricoltura. Intendiamo dare una legge quadro al settore, che la attende da anni e che grazie ad essa, finalmente, potrà sapere con certezza i ruoli di ogni appartenente alla filiera; chi deve fare cosa in un'ottica di strategia nazionale, con una prospettiva di ampio respiro. Dobbiamo valorizzare, anche tramite una apposita cabina di regia, quelle componenti del florovivaismo meno sfruttate e mi riferisco quindi al vivaismo forestale, a quello ortofrutticolo, a tutti quegli elementi che compongono l'intera cornice e che possono, anzi devono contribuire a sviluppare ancora di più l'intero comparto».

 

banner speciale legge florovivaismo banner min

 


 

Il Floricultore testata newsletter prova01 min

Per ricevere le ultime notizie del settore direttamente nella tua casella di posta elettronica iscriviti alla Newsletter de «Il Floricultore»

 


 

il floricultore campagna abbonamenti min

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240304 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min