Credito di imposta alle imprese agricole: gli agronomi potranno fare le perizie

È l’effetto dell’emendamento al Decreto-legge Semplificazioni e Governance del PNRR approvato dalle commissioni Affari Costituzionali e Ambiente

agronomi ispezione foto copyright Il Floricultore Agrital Editrice min

 

I dottori agronomi e dottori forestali potranno stilare le perizie tecniche richieste alle imprese agricole per ottenere il credito di imposta. Lo ha stabilito l’emendamento al decreto-legge Semplificazioni e Governance del PNRR, avanzato dal deputato Giuseppe L’Abbate, membro della commissione Agricoltura, così come approvato dalle commissioni Affari Costituzionali e Ambiente.

«Era un atto necessario per il buon funzionamento della legge», ha dichiarato Sabrina Diamanti, presidente CONAF, l’associazione che nei giorni scorsi si è mobilitata per sostenere l’approvazione dell’emendamento. L’intervento di specialisti che possono vantare una profonda conoscenza del settore agricolo, difatti, non potrà che agevolare il ricorso allo strumento del credito di imposta da parte delle imprese.

 

COME FUNZIONA IL CREDITO D’IMPOSTA

Con la legge di Bilancio 2020 anche il settore agricolo può accedere alle agevolazioni utili a stimolare gli investimenti e favorire la transizione digitale, grazie alla trasformazione in crediti di imposta dei precedenti regimi di aiuto del superammortamento e iperammortamento. La norma consente all’impresa agricola di ottenere un credito che varia in relazione al tipo di bene acquisito e alla data di investimento. Si può passare da un “rimborso” che, per il 2021, è pari al 10% per gli investimenti in beni materiali e immateriali diversi “generici” (diversi da quelli di cui agli allegati A e B della legge n. 232/2016) al 20% per beni immateriali 4.0 (compresi nell’allegato B della legge 232/2016) e sino al 50% per beni materiali 4.0 (compresi nell’allegato A della legge 232/2016). Per accedere ai benefici predetti, le imprese che effettuano investimenti superiori a 300.000 euro in beni (previsti negli allegati A e B) sono tenute ad acquisire una perizia tecnica asseverata attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui all’allegato A o B, ma soprattutto che è un bene interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


coronavirus speciale notizie Il Floricultore Agrital Editrice min 

 


 

dontmiss newsletter 

 

       

florpagine banner rullo 202107

banner campagna abbonamenti 202012

coronavirus speciale notizie Il Floricultore Agrital Editrice min

IlFloricultore20210910 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min

NEWSLETTER

* campi obbligatori

ACCETTAZIONE PRIVACY

Dichiaro di aver preso visione dell’Informativa sulla privacy fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo EU 679/2016 e di accettare le modalità di utilizzo dei miei dati per le finalità indicatemi nell’informativa stessa.

 

meteo aeronautica min

georgofili 2020 ok min

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT

ADVERTISEMENT