pomodoro-nero

 

Il pomodoro nero è immune 

agli attacchi fungini

 

I risultati scientifici della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa aprono la strada

per nuove varietà (di pomodori) naturalmente resistenti ad alcune malattie

Il pomodoro nero (nella foto), studiato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, è immune ad alcune malattie fungine. A rilevarlo lo studio condotto dai ricercatori del PlantLab dell’Istituto di Scienze della Vita, coordinati dal rettore Pierdomenico Perata, che a metà settembre hanno presentato i risultati in occasione del Congresso della Società Italiana di Biologia Vegetale a Foggia.

Il “pomodoro nero”, ottenuto con tecniche di incrocio, deve il suo nome alla colorazione viola/nero della parte esposta ai raggi solari della buccia ricca di antociani, dalle note proprietà antiossidanti e benefiche per l’uomo.

I ricercatori dell’ateneo toscano, in stretta collaborazione con Cathie Martin del John Innes Centre di Norwich (Gran Bretagna), hanno iniettato Botrytis cinerea sia nelle zone “nere” che nelle zone rosse del pomodoro. Dall’osservazione è risultata la diffusione rapida del fungo patogeno solo nelle parti rosse, mentre quelle nere, ricche di antociani, non sono state attaccate.

Questi risultati seguono un’altra pubblicazione del John Innes Centre che ha mostrato come pomodori transgenici ricchi di antociani sono resistenti alle malattie. Dunque, la pigmentazione della buccia è sufficiente a conferire la resistenza al fungo grazie al potere antiossidante degli antociani. Si apre così la strada alla selezione di nuove varietà di pomodoro naturalmente immuni da alcune malattie.

[Fonte: Il Floricultore, Ottobre 2013]

       

florpagine banner rullo 202404

banner campagna abbonamenti 202012

IlFloricultore 20240506 min

Abbonarsi a IL FLORICULTORE conviene

florpagine banner 2020 min