Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

Stampa questa pagina

emilio trabella foto copyright Il Floricultore Rivista min

 

Arrivederci nel giardino di Dio, caro Emilio

 

È scomparso questa notte, all’eta di 71 anni, Emilio Trabella, stimato e notissimo paesaggista comasco, divulgatore e esperto botanico

 

Non ci sono parole se non grande affetto e stima per esprimere il dolore per la perdita di una preziosa e infaticabile anima del nostro settore. È mancato questa notte (30 Maggio), all’eta di 71 anni, Emilio Trabella, stimato e notissimo paesaggista, divulgatore e esperto botanico.

Originario di Como, allievo del primo corso della Fondazione Minoprio, Emilio ha lavorato tutta la vita – incessantemente – per e con le piante e i fiori. Quasi impossibile enumerare i tantissimi progetti e iniziative cui ha preso parte nella sua lunga carriera. Tra gli ideatori di “Orticolario”, presidente della storica Società Ortofloricola Comense, Emilio ha collaborato ad importanti progetti per la salvaguardia della natura e dell’ambiente.

Pacato, gentile, ma anche dotato di una grande verve, Emilio è stato profondo conoscitore dell’architettura del paesaggio e grande divulgatore della cultura florovivaistica, capace di arrivare al cuore di tutti – dai grandi architetti con cui collaborava, alla signora appassionata di fiori che partecipava ad una delle sue tante visite guidate – lasciando sempre una stilla di bellezza che solo un grande appassionato può donare.

Ci stringiamo vicino alla moglie Clelia, alle figlie Francesca e Giulia e ai nipoti, ai quali rivolgiamo, anche a nome dei tantissimi amici e colleghi del settore, le nostre condoglianze e assicuriamo la nostra preghiera. 

Arrivederci nel giardino di Dio caro Emilio, grazie di tutto! Ne siamo certi, nulla di ciò che di bello e di vero ha incontrato il tuo cuore, andrà perso.

 


La camera ardente è stata allestita presso la Casa funeraria Oltre, in via Caio Plinio II 1 a Cadorago (CO). Il rito funebre si svolgerà Sabato 1 Giugno, a partire dalle 14 con il Santo Rosario, presso la Chiesa Santa Maria Regina, in via Maurizio Quadrio 10 in località Muggiò (CO).


 

Qui la motivazione che ha accompagnato l’attribuzione del Premio Fabio Rizzi per il "Professionista del Verde" 2013.

trabella emilio premio fabio rizzi 2013 min“Emilio Trabella costituisce un esempio assai particolare di paesaggista ed esperto botanico. Fra i primi allievi della Scuola Minoprio, dal 1970 collabora con lo studio di progettazione della Rattiflora di Como. Sono suoi la progettazione e il recupero di molti parchi pubblici e privati e di grandi aree verdi industriali in Italia e all’estero.

Responsabile del FAI (Fondo Ambiente Italiano) per il recupero dei parchi storici, a lui tra l’altro si devono il restauro di Villa Balbianello sul Lago di Como e dell’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli.

Membro del comitato strategico e della giuria estetica di “Orticolario”, dal 1988 Trabella è presidente della storica Società Ortofloricola Comense. Le sue innumerevoli collaborazioni con architetti e stilisti di fama mondiale non devono però trarre in inganno: Trabella è soprattutto profondo conoscitore dell’architettura del verde e grande divulgatore della cultura florovivaistica, capace di arrivare al cuore di tutti. Grazie alla sua innata passione e a particolari doti di empatia e di originalità, egli infatti travalica i normali rapporti formali e desta curiosità e interesse verso il mondo vegetale in chiunque venga a suo contatto: amministratori delegati, celebri direttori d’orchestra, attori, ma anche casalinghe e studenti che partecipano alle sue conferenze e alle visite guidate”.

 


Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)