Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

furti irrigazione min

 

Lombardia: il gran caldo fa impennare

i furti negli impianti di irrigazione

 

Danni per 300 mila Euro e ronde notturne. Scatta l'allerta fra gli agricoltori

 

Stiamo vivendo una delle stagioni più afose e siccitose degli ultimi anni, durante la quale si susseguono ondate di caldo africano in tutta l’Italia: solo in Lombardia i danni nei campi legati a caldo e scarsità d’acqua hanno raggiunto i 90 milioni di euro, mentre in Italia il conto dell’andamento climatico anomalo ha toccato i 2 miliardi di euro di perdite.

Sono dati forniti da Coldiretti Lombardia. L’associazione ora fa sapere che ai danni diretti provocati da questa emergenza si aggiungono i furti agli impianti di irrigazione nelle cascine e nelle aziende agricole.

In provincia di Bergamo – si apprende dall’ultimo monitoraggio – sono salite a dieci le aziende agricole che nell’ultimo mese si sono trovate l’impianto di irrigazione devastato durante la notte: razziate oltre mille valvole in ottone per la distribuzione dell’acqua. Il danno stimato sfiora i 300 mila euro, fra materiali rubati, tubi tagliati, perdite di produzione e costi delle ronde notturne per sorvegliare le serre. Coldiretti di Bergamo ha presentato alla Procura della Repubblica un esposto contro ignoti per vandalismi, mentre le singole aziende agricole si sono rivolte ai carabinieri per le denunce. 

Si tratta di un fenomeno che colpisce a ondate i territori – spiega l’Associazione – con i ladri che portano via trattori, macchine, a volte anche animali oppure entrano in casa e rubano ori e ricordi di famiglia. Nel Basso Lodigiano da un mese la Coldiretti provinciale ha fatto scattare l’allerta fra gli agricoltori dopo due colpi a Maleo e San Fiorano e una tentata razzia a Somaglia. L’avviso è quello di segnalare subito ai carabinieri la presenza di auto sospette o di persone sconosciute che si aggirano attorno alle cascine.


Seguici sui social

 

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità dal mondo della floricoltura

iscriviti