Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

Carbon cycle cover min

Diagramma del ciclo del carbonio (Fonte: By Diagram adapted from U.S. DOE, Biological and Environmental Research Information System. - http://earthobservatory.nasa.gov/Features/CarbonCycle/, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=19434238)

 

Come incidono i depositi

di carbonio sull'agricoltura

 

Se ne parlerà martedì 26 settembre a Pisa durante un convegno organizzato da Georgofili e Scuola Superiore Sant’Anna

 

Martedì 26 settembre 2017 a Pisa, nell’Aula Magna della Scuola Superiore Sant'Anna in piazza Martiri della Libertà 33, si svolgerà la Giornata di studio intitolata "I depositi di carbonio nella geosfera: impatto sulla moderna agricoltura", organizzata dall’Accademia dei Georgofili.

Il suolo rappresenta al momento il maggior deposito di carbonio (“carbon sinks”), superiore alla somma dei depositi di carbonio nelle acque e nell’atmosfera. Numerosi studi sono orientati a comprendere la loro influenza sui cambiamenti climatici e sulle attività agricole ed industriali.

La politica di sviluppo agrario, insieme alle politiche di sviluppo regionale non possono più non tener conto di questa realtà e non casualmente sono state lanciate delle sfide importanti a livello europeo, come l’accordo di Parigi per l’incremento del 4% dello stock di carbonio nei terreni agrari. Ma il conseguimento di questo risultato comporta necessariamente interventi di natura tecnica e politica a tutti i livelli.

Con questa iniziativa s'intende portare un contributo al dibattito in corso a livello nazionale e internazionale. I relatori porteranno la loro esperienza per meglio comprendere quali siano gli impatti della formazione e mantenimento dei depositi di carbonio su questa terra, sui cambiamenti climatici, sulla natura chimico-biochimica dei “carbon sinks” nel terreno, sul ruolo del microbiota del terreno, sul contributo delle piante coltivate, sulla stessa gestione agronomica in un mondo di rapidi cambiamenti ed adeguamenti tecnologici. Saranno inoltre illustrati le iniziative normative e il rapporto/libro bianco sulla rigenerazione dei suoli e degli ecosistemi.

 

SCARICA PROGRAMMA  pdf

Seguici sui social

 

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità dal mondo della floricoltura

iscriviti